Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Ambientazione’ Category

Il Pianeta

Il mondo in cui sono ambientate le avventure dei nostri personaggi si chiama ARYAEL, orbitante attorno alla stella KERINZ. Il pianeta possiede due lune di nome DURN e NUKT, le quali hanno la stessa orbita attorno al pianeta ma si trovano opposte l’una rispetto all’altra. La prima luna è visibile solamente di giorno, mentre la seconda è visibile solamente di notte, grazie anche al riflesso della stella sulla sua superficie.

La Geografia

La superficie del pianeta, presenta un unico grande continente circondato da mare e arcipelaghi. All’interno del continente si sviluppano monumentali catene montuose a nord, con ghiacciai e climi rigidi, mentre al centro si possono trovare raggruppamenti di colline, pianure e numerosi laghi, che spesso vanno scemando e lasciano il posto ai deserti. A sud il clima è caldo umido, e la vegetazione ha il predominio su ogni cosa, sviluppandosi in giungle con liane e piante tropicali. Ai poli predominano ghiacci e terre prive di vegetazione. Molti arcipelaghi che circondano il continente, sono di natura vulcanica, altri invece sono semplici isole o atolli. I vulcani sono presenti anche nell’entroterra del continentee il più grande di questi si trova a nord tra i ghiacci.

La Politica

Una parte delle coste ad est, e dell’entroterra del continente, è sotto il dominio del “IMPERO”. Nelle terre di confine, molti sono gli oppositori e molti sono gli scontri tra questi e la milizia dell’impero. Nessuno degli oppositori è così forte da far breccia nei confini e conquistare territori i territori dell’impero, ma quest’ultimo preferisce comunque tenerli sotto controllo e armare, rifornire le città e i territori di confine, della propria milizia. Le popolazioni degli oppositori che vivono oltre confine, sono spesso appartenenti a tribù che vivono tra le montagne, nelle fitte giungle inospitali, o nel sottosuolo. Non c’è momentaneamente l’interesse da parte dell’impero nell’avanzare, conquistare e sottomettere i territori oltre confine. Una delle motivazioni del perché l’imperatore non tenti di sottomettere questi oppositori, è che, negli anni, l’impero si è espanso troppo velocemente, e quindi si trova a corto di risorse per un’espansione ulteriore. Una seconda motivazione è che i territori da conquistare non sono conosciuti e, oltre a non sapere quali insidie questi nascondano, non sono ancora giunte interessanti notizie che li riguardino. L’imperatore, è molto più concentrato sulla gestione interna dell’impero e sul mantenimento del contento popolare. Come si è detto infatti, i territori conquistati in breve tempo sono stati molti e, le popolazioni che vi abitavano, si son trovate a convivere forzatamente. Riuscire così a soddisfare tutti gli abitati di questi territori non è un impegno da poco. Ai confini o all’interno dell’impero stesso, esistono territori neutrali rappresentati in regioni o fortezze inespugnabili che l’impero stesso ha preferito tenere come alleati, creando con questi, patti di libero scambio e di reciproco aiuto. L’impero ha la sua sede in una città detta capitale di nome ANKARAS, posizionata circa al centro dei territori imperiali. Il nome dell’imperatore è ELANUS (mezzelfo), e ha la sua residenza in questa città. L’impero, possiede anche un Parlamento e un Senato che sussiste in pochi e fidate persone che gestiscono l’impero per conto dell’imperatore stesso, ma senza che questo abbia avuto l’ultima parola sulle loro decisioni. L’impero è diviso in regioni con a capo dei “governi” in miniatura che hanno potere decisionale su metodologie e tempistiche da applicare alle questioni interne. Queste raccolgono i tributi dai loro cittadini per devolverli all’impero. Parte dei tributi che vengono raccolti rimangono al “governo”delle regioni, le quali, utilizzano i tributi per la costruzione di infrastrutture o come stipendi per le persone che operano per l’impero.

Le Popolazioni

Le popolazioni che abitano questo pianeta, sono molteplici. Molte preferiscono un particolare ambiente e un particolare clima, ma non e detto che si debba trovarli solamente in quei luoghi. All’esterno dei confini dell’impero, come abbiamo già accennato sopra, le popolazioni sono raggruppate per razza, religione e clan di appartenenza, in tribù e piccoli stati, che combattono contro l’impero o hanno stipulato una sorta di alleanza con l’impero stesso. All’interno dei confini dell’impero, invece, le popolazioni sono molto più variegate per razza, e spesso convivono all’interno della stessa città o villaggio. Anche le religioni riescono a convivere, ognuna mantenendo la propria libertà di culto e spesso avendo dei propri rappresentanti della regione al governo o tra i capisaldi dell’impero. Alcune razze sono considerate prettamente malvagie, e se avvistate nelle città o nelle regioni vengono immediatamente inviate spedizioni di avventurieri o, nel caso di avvistamenti molteplici, gruppi di paladini armati fino ai denti.

La Magia

La magia esiste ed e riconosciuta sia all’interno dell’impero che all’esterno. Chi ne fa utilizzo non viene visto male o messo al rogo, come potrebbe succedere in un mondo medievale, ma spesso, chi sa usarla, ricopre ruoli di prestigio. All’interno della capitale e di qualche altra città presente nel territorio imperiale, sono nate numerose scuole e università di magia, alle quali numerosi abitanti si iscrivono, naturalmente pagando un dazio, ma senza per forza dover appartenerne ad una casta o una gilda. Infatti, dopo aver raggiunto un modesto livello di magia, le persone iscritte a questi istituti, prendono la loro strada girando per l’impero, aiutando la gente, o costruendo le loro torri di magia per accogliere adepti e allievi. Altre tipologie di magia sono innate in alcune persone, altre sono dette di tipo clericale, date direttamente dalla devozione verso il proprio dio, ed in fine altre sono date dal legame con la natura.

Le Religioni

I devoti degli dei sono riuniti in templi o girovagano come buoni samaritani per portare la parola del proprio dio a tutte le genti. Gli dei riconosciuti sono molteplici ma tutti di natura buona. Gli dei malvagi, molti dei quali richiedono sacrifici, vengono scacciati e i suoi sacerdoti vengono banditi dall’impero, incarcerati o giustiziati, ma quest’ultima solamente in casi gravi.

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: