Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Personaggi Non Giocanti’ Category

Nato da una famiglia nobiliare, fin da piccolo, venne avvicinato all’arte della guerra e della diplomazia. Per tutto la sua giovinezza, venne istruito dai più grandi insegnati e maestri, per istruirlo a dovere. Tra questi vi furono anche alcuni maghi potenti come Sidan, grande costruttore di oggetti magici, che prendendolo in simpatia, lo accompagnò per buona parte della sua vita. Edefen crebbe forte e istruito, entrando a corte del re Markus appena diciottenne. Inizialmente gli fu dato l’incarico di capitano delle guardie, che per quel tempo non era poi un incarico così banale. Imperversavano, infatti, in quei territori su cui governava il re, diversi bande di orchi che assaltavano villaggi e città, provocando notevoli danni e, a volte, massacrando l’intera popolazione del luogo. In alcuni di questi assalti, Edefen, si mostrò, agli occhi del re, come un valoroso combattente e stratega. Organizzando la guardie delle mura e ricacciando gli orchi in ritirata, senza quasi bisogno dell’intervento della fanteria pesante e della cavalleria in campo aperto. Markus, rimasto piacevolmente colpito dalle strategie di guerra e le abilità di combattimento di Edefen, decise di promuoverlo, inizialmente Generale dell’Esercito, e successivamente Ministro della Guerra. In breve tempo Edefen si trovò a capo di interi eserciti, e con le sue abilità riorganizzò l’intera struttura degli eserciti di tutti i territori sotto il governo di Markus. Tutto filava liscio finché qualcosa tra le file orchesche cambiò. Inizialmente, sembravano delle semplici alleanze tra tribù, ma poi, anche grazie ad alcune spie mandate in esplorazione e prigionieri orchi costretti a parlare, si scoprì che sempre più tribù si raccoglievano sotto un unico stendardo. A capo di questo stendardo, vi si trovava Milenus, un drow allontanato dalle case e dalla stessa dea del sottosuolo, che aveva fatto un patto con un potente demone per ottenere potere e prestigio in superficie. Grazie a questa alleanza Milenus aveva raccolto attorno a se tutte le tribù orchesche, e la voce che un potente drow volesse conquistare il mondo ne portava con se sempre più. Edefen, una volta a conoscenza dei piani del drow, convinse Markus a proporre un’alleanza con i territori vicini e coinvolgere in questo i vari templi e palandini per una guerra contro il male. Nel frattempo che Markus organizzava l’alleanza e coinvolgeva i templi dei vari dei, il valoroso Edefen con il suo esercito, costrinse Milenus e i orchi in un combattimento al posso di Kansaros, sterminando per molti delle tribù orchesche grazie alla sua strategia militare e all’utilizzo di imboscate tra gli isidiosi monti. Edefen bloccò l’avanzata di Milenus per un mese intero, dopo che gli orchi avevano sterminato il suo esercito e rimanendo a presidiare il passo con i suoi dieci più fedeli e valorosi compagni di battaglia. Edefen, morì su quel passo, ma lasciò il tempo a Markus di organizzare le alleanze e l’attacco decisivo che distrusse e Milenus e il suo esercito di orchi, riducendo ad un pugno di polvere il potente demone con cui Milenus aveva stipulato il patto. Edefen, rimase a contatto con il male per troppo tempo, e si dice che la sua anima sia mutata, così come mutò l’anima dei suoi valorosi. Ma il suo valore non mutò mai, ed è per questo che Markus eresse una catacomba in suo onore, e il suo esercito scelto, ed invece di bruciare il suo corpo, come fu fatto per tutti gli altri soldati, lo tumulò e tramandò le sue gesta nei secoli, costringendo addirittura il suo popolo a recarsi in pellegrinaggio almeno due volte all’anno.

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: